Materiali

Aspetto naturale, stabilità e comodità dalla corona al ponte completo – la zirconia soddisfa tutte le esigenze di una protesi dentaria di alta qualità e durata e conferisce un aspetto fresco e curato. Regalate a voi e ai vostri cari un nuovo sorriso spen

Restauri senza metallo in zirconia di alta qualità

Lo zirconio è il minerale più antico e più abbondantemente presente nella crosta terrestre. Da questo elemento si ricava l‘ossido di zirconio (biossido di zirconio stabilizzato con Ittrio), un materiale di altissimo rendimento il quale viene già utilizzato da più di vent‘anni nel settore ortopedico per la chirurgia dell‘anca. Questo materiale è stato ora introdotto anche nel settore odontoiatrico per la realizzazione di protesi dentarie. L‘ossido di zirconio, grazie alle sue eccellenti qualità di biocompatibilità, è considerato uno dei migliori prodotti ceramici presenti sul mercato per la moderna protesi dentaria.

I vantaggi

  • Alta traslucenza
  • Può essere infiltrato con il colore individuale dei denti del paziente
  • Assenza di bordi neri
  • Assolutamente privo di metallo
  • Ottima compatibilità con il corpo umano
  • Resistenza estremamente elevata
  • Longevità

Estetica e naturalezza

L‘elevata traslucenza della zirconia e la possibilità di infi ltrarlo con il colore individuale dei denti del paziente, conferisce alla protesi dentaria un aspetto estetico e naturale. Grazie al colore chiaro della zirconia, non si formano bordi neri dovuti al ritiro gengivale con il passare del tempo, come invece avviene spesso con l‘uso di metalli nei restauri odontoiatrici.

Comodità e pulizia

Il materiale resistente agli acidi e impedisce l‘assorbimento di sostanze tossiche perchè non è poroso. Facilita molto l‘igiene orale e previene la parodontosi. L‘eccellente precisione di adattamento e le ottime caratteristiche di lavorazione del materiale garantiscono una sensazione piacevole e comoda in bocca.

Eccellente compatiblità con la cavità della bocca

Ricerche scientifiche testimoniano che la zirconia, un elemento assolutamente privo di metallo, non causa nessuna allergia o nessun sintomo di incompatibilità nella cavità orale. Inoltre, è particolarmente compatibile con la mucosa e i tessuti e protegge i nervi, poiché trasmette il calore e il freddo più lentamente di un restauro odontoiatrico in metallo. Grazie alla facilità di pulizia questo materiale previene le malattie del parodonto.

Longevità e solidità

Con una corretta costruzione odontotecnica la protesi dentaria in zirconia è un investimento per la vita. Grazie all‘estrema durezza e all‘alta densità del materiale resiste alle forti pressioni masticatorie in tutta la cavità della bocca, non è soggetta ad usura e il colore rimane quindi inalterato.

100% zirconia

Aspetto naturale, stabilità e comodità dalla corona al ponte completo – la zirconia soddisfa tutte le esigenze di una protesi dentaria di alta qualità e durata e conferisce un aspetto fresco e curato. Regalate a voi e ai vostri cari un nuovo sorriso spensierato!

Fatti e possibilità

Che cos’è lo zirconio?

Lo zircone (ZrSiO4), un minerale appartenente alla classe dei silicati, fu scoperto nel 1789 dal chimico tedesco M. H. Klaproth.
Il biossido di zirconio (ZrO2) è un composto dell’elemento zircone esistente in natura ed è utilizzato dalla metà degli anni 90 in odontotecnica. Nel linguaggio familiare è chiamato ossido di zirconio o semplicemente zirconia. La zirconia permette di realizzare qualsiasi restauro dentale, dalla singola corona al ponte a 14 elementi.

C’è zirconia e zirconia – La zirconia della Zirkonzahn

Nella sede principale della Zirkonzahn, in mezzo ai monti dell’Alto Adige, la polvere di zirconia viene raffinata tramite un processo speciale e pressata in blocchi. Nel laboratorio odontotecnico la protesi viene fresata nella forma desiderata partendo dal blocco di zirconia ancora “morbido”, e infine cotta in un forno di sinterizzazione a 1500° C. Soltanto attraverso questo processo di cottura la zirconia ottiene la sua durezza e la sua resistenza definitiva. La purezza del composto è decisivo per la solidità e la biocompatibilità.
La nostra materia prima di alta qualità si distingue per l’elevata resistenza alla flessione, la durezza e un comportamento dimensionale costante. Un valore di contrazione costante durante il processo di cottura è la base di un’alta precisione di adattamento e quindi anche di comodità una volta inserita in bocca. La Zirkonzahn produce la zirconia con differenti caratteristiche di traslucenza (caratteristiche di trasparenza). La zirconia Prettau più trasparente si adatta in modo particolare ai restauri di zirconia integrale.

Che tipi di restauri odontotecnici ci sono?

La protesi dentaria, familiarmente chiamata anche “denti finti”, serve in linea di massima a migliorare l’aspetto o a ricostituire la funzione del linguaggio e della masticazione dopo la perdita di un dente o di parecchi denti. Si distingue tra protesi amovibile e protesi fissa. Le due forme si possono anche combinare.
La protesi fissa, che è ancorata solidamente in bocca, corrisponde meglio alla “sensazione” naturale nella bocca poiché la funzione masticatoria e del linguaggio possono essere quasi del tutto ricostruite. In genere il paziente si abitua in fretta alla costruzione fissa cementata in bocca, e non la percepisce più come un corpo estraneo. Fanno parte della protesi fisse le corone, i ponti e gli impianti.
Con una corona si ricostruiscono zone dentali complete (corona completa) o parziali (corona parziale), quando non si riescono più a curare con un’otturazione. Per applicare una corona sul dente danneggiato, il dentista, prima tratta e fresa il dente in modo da creare attorno lo spazio sufficiente per la costruzione e poi cementa la corona realizzata in laboratorio.
Un ponte sostituisce uno o più denti e viene fissato ai denti vicini. Se, per vari motivi (per es. i denti vicini sono troppo deboli o danneggiati), non è più possibile realizzare una protesi fissa, si deve ricorrere ad una protesi amovibile parziale o completa. Le protesi parziali possono essere sostenute dai denti ancora esistenti nella bocca. Le protesi complete invece sono applicate sulle mascelle edentule.
Un impianto è avvitato all’osso mascellare come radice del dente artificiale. L’impianto deve poi saldarsi solidamente all’osso. Infine serve come ancoraggio di corone e ponti, in modo simile ad un tassello nella parete.